Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 febbraio 2011 4 24 /02 /febbraio /2011 18:32

 

LA  PENNA STILOGRAFICA

Questa è la storia di una penna stilografica molto vecchia, si potrebbe dire quasi antica.

Questa bellissima Stilografica vanta un glorioso passato di scritture importanti.

Era stata infatti la fedele compagna di carriera di un medico che seguiva con profondo rispetto e senso del dovere ogni singolo caso di malattia, dalla più grave (ahinoi!)  a quella immaginaria.

Il dottore era dotato di un cuore caritatevole perché non solo si occupava dei pazienti abbienti che si presentavano chi con il raffreddore, chi con nulla se non la voglia di farsi coccolare un po’. Egli infatti amava trascorrere molto tempo insieme a quei malati veramente poveri per cui le cure più banali possono gravare pesantemente su una situazione già estremamente difficile.

Ebbene questo dottore si occupava di tutti con lo stesso amore e la stessa comprensione.

Scriveva tutte le cure con la sua penna stilografica:

Lei era orgogliosa di accompagnare il suo medico in ogni avventura ed era ancora più fiera quando dal suo pennino fluiva l’inchiostro annotando le cure per la buona salute.

Un giorno però, anche il dottore smise di visitare i malati e raggiunse la dimora dell’ Eterno Riposo.

Lasciò la sua fedele compagna sulla sua scrivania ma, purtroppo, il passo dallo scrittoio al cassetto fu breve.

La cara stilografica si ritrovò, per un lungo periodo, avvolta nel buio e seppellita dalla polvere, irrimediabilmente dimenticata laggiù in fondo.

Passarono alcuni anni ed il figlio del dottore, suo adorato padrone, crebbe e con lui crebbero anche quei valori di bontà e pietà di cuore che già erano del padre.

Il giovane studente,però, utilizzava penne; biro; matite cosiddette “usa e getta”.

Non pensava certo a quella penna stilografica che ascoltava i racconti delle matite che venivano puntualmente riposte nel cassetto.

Lei, bellissima, era sempre in fondo al cassetto, al buio ed impolverata ed ogni dì più vecchia e triste. Ormai non sperava più di uscire da lì per ricominciare a scrivere, magari solo qualche scarabocchio…nulla più!

Era lì e basta quando, un giorno, sentì un gran trambusto.

Una mano frugava nel cassetto ed una voce diceva:” Guarda bene, dovrebbe esserci!”.

La mano continuava a frugare… quando…All’improvviso la stilografica si sentì vorticare nell’aria, la luce l’avvolse ed un soffio la liberò dalla polvere.

Era uscita dalla tenebra del cassetto!

Non ci poteva credere!!!

“Forse mi sbaglio! Mi vorranno gettare! Come faccio adesso?! Aiuto…ma…ma…!?!”.

Questi furono i suoi pensieri intrisi di panico ma in un attimo la gioia ebbe il sopravvento perché riconobbe immediatamente i sintomi :” Ecco, è la cartuccia dell’inchiostro…mi avvita! Sì, scrivooo…!!!”.

Ebbene sì, il giovane studente era diventato medico e per continuare l’opera del padre aveva scelto la stessa compagna: la cara vecchia, fiera, bellissima penna stilografica!!!

 

Condividi post

Repost 0
intornoalleparole.over-blog.it - in racconti per bambini
scrivi un commento

commenti

cannibalevoluta 09/21/2011 04:22


Sono una grandissima appassionata di penne stilografiche. Ho ricevuto la prima quando ho finito gli esami di terza media. Un regalo un po' strambo, ma da allora me ne sono innamorata. E' una cosa
che mi accomuna a mio padre, ecco. Le compro, e le uso anche, non le lascio nel cassetto a prendere polvere. Per fortuna girando per la rete ho trovato questo sito su cui ho acquistato qualche
penna stilografica
, e mi trovo molto bene, anche perché posso personalizzarle.


Intorno alle Parole 10/13/2011 20:40



anche a me piacciono moltissimo



Présentation

  • : Intorno alle Parole
  • Intorno alle Parole
  • : parole per sognare,comunicare, dire...
  • Contatti

Profilo

  • Intorno alle Parole
  • sono una persona la cui normalità è il suo punto di forza in un mondo dove tutto deve essere oltre la normalità

Recherche

Archivi

Pagine

Liens